Pensi che la creatività sia una dote innata?

Ti sbagli! Ed è una cosa nota già da anni.

Vi raccontiamo un fatto

Lo scienziato George Ainsworth Land, durante i suoi studi della così detta Transformaion Theory, sottopose dei bambini di 5, 10 e 15 anni ad un test di creatività che la NASA utilizza per selezionare i suoi ingegneri.

Risultati?

Il 98% dei bambini nel primo lustro della loro età risultò ALTAMENTE CREATIVO.

Per i bambini sotto i dieci anni ne risultò il 30%;

E solo nel 12% dei casi i bambini sotto i quindici anni si dimostrano creativi.

E gli ADULTI COME NOI?

Solo il 2% risultò “altamente creativo”

Un’altro risultato interessante?

DOPO LA PENSIONE la creatività risale.

Il massimo della creatività la teniamo nei primi 5 anni di vita, poi cala fino ad un minimo in età adulta (stimata 44 anni dal sondaggio) per poi risalire una volta arrivata la pensione. #interessante.

Quindi?!?!

Come mai da bambini sognamo di INVENTARE un robot alto 7 piani in grado di sconfiggere il male e poi diventiamo dei sistematici uomini di mezz’età senza un briciolo di creatività in mente?

La RISPOSTA, ha provato a darcela Ken Robinson al TedTalks in un discorso veramente interessante.

Ken attaccò la scuola dicendo “STIAMO EDUCANDO LE PERSONE FUORI DALLA LORO CREATIVITA'” e aggiunse “IN QUESTA SOCIETA’ ABBOLIAMO LA CREATIVITA’ SIN DALLA SCUOLA ELEMENTARE” – vi consiglio di vedere il suo discorso, lascia il segno.

Insomma, pensi che per tornare creativo dovrai aspettare di diventare un pensionato? Ti sbagli!

Anche perchè sarà difficile che riusciremo a vedere la pensione di questi tempi.

Come fare quindi? Prendi nota!

  1. RITORNA BAMBINO, ma ritornaci con la mente di adesso e dubita di tutto.

“Tu che sei una guida, non dimenticare che tale sei perchè hai dubitato delle guide e dunque, a chi è guidato, permetti il dubbio” [Bertolt Brecht]

  1. Crea e frequenta un ambiente che favorisca la tua PRODUZIONE DI IDEE.

Condividi spazi vitali, tempo, lavoro, passioni che possano favorire la tua creatività. Pensa che stai frequentando spazi creativi anche ora leggendo questo post.

  1. TIENI NOTA dei tuoi sogni.

Appunta tutto quello che ti fa sognare. Scrivi e poi con calma a casa analizzi attentamente.

  1. Impara a FARE DOMANDE.

“Le persone di successo fanno solo le migliori domande e, di conseguenze, hanno migliori risposte” Anthony Robbins.

  1. MAPPA le tue idee.

Crea uno schema a blocchi, un diagramma di flusso. Sviluppa un pitch delle tue idee.

  1. RUBA.

Scruta i comportamenti dei tuoi competitor e cerca di migliorare quello che loro hanno. “Ruba” le loro idee e migliorale. Leggi la biografia dei tuoi mentori.

  1. CREA UN GRUPPO CREATIVO.

Circondati di persone diverse, gente dalla quale potrai imparare qualcosa che a te manca. Anche semplici cose che potranno rappresentare quei tasselli mancanti nelle tue invenzioni.

  1. SEGUI IL FLUSSO, non la massa.

Non distrarti dalla tua idea, resta immerso nell’attività che stai progettando. Prenditi il tempo necessario in cui ti estranei dal mondo esterno e lavori solo su di essa.

  1. SUPERA I BLOCCHI MENTALI.

I blocchi mentali vengono quando il nostro cervello elabora idee che emotivamente ci coinvolgono molto. In questi casi i pensieri negativi prendono il sopravvento. Per superare questi blocchi, utilizza le interruzioni di sistema. Prendi delle pause e poi ricomincia.

  1. CONTINUA A IMPARARE.

Ma impara cose che servono, concentrati su quelle competenze soft che potranno migliorarti. Stimola la tua creatività.

FINE

L’elenco che ho scritto, se ci fai caso, è un insieme di attività che hai sempre fatto e sempre continuerai a fare…devi solo fare in un modo DIVERSO. Migliore!

Che ne pensi?
Quanto è importante la creatività oggigiorno nel nostro lavoro?
Se ti è piaciuto l’articolo, commenta e condividilo e contribuisci a costituire un sano scambio di opinioni. 

Un abbraccio

Lo staff di ingegneri digitali

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: